Image Map


Ora città capitale delle Langhe, nasce nel Neolitico come piccolo insediamento, per poi subire sotto la dominazione romana una notevole spinta demografica ed economica, trovandosi con Roddi e Pollenzo in un fiorente triangolo di snodo per gli scambi commerciali.
In parallelo prese avvio una intensa urbanizzazione, testimoniata non soltanto dall’abbondanza dei reperti archeologici, dalle porzioni di mura riportate alla luce e, addirittura, dalle tracce di un acquedotto ma anche dallo schema ordinato del centro storico, che a pieno ricalca l’incrocio di cardo e decumano, le due vie perpendicolari lungo le quali veniva allestito ogni accampamento romano.
Nel tempo Alba si è resa celebre per l’immenso patrimonio paesaggistico, culturale ed enogastronomico che ha saputo preservare e valorizzare, lo stesso che questo evento è nato per celebrare.
Pagina recente e viva nella storia di questa città è di certo quella della azienda dolciaria Ferrero, nata da Pietro Ferrero nel 1946, proprio ad Alba, ora multinazionale di proporzioni globali ma ancora pienamente radicata in questo territorio, in cui continua ad impegnarsi e, con le sue stesse parole di sempre, a “lavorare, creare, donare”.
L’evento più noto e atteso è senza dubbio la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, che qui raduna ogni anno migliaia di persone da tutto il mondo nel mese di ottobre, periodo in cui Alba si lascia avvolgere da una veste di folklore e di festa, tributo alla storia e alla tradizione. Le coloratissime sfilate in costume di ogni borgo, il palio degli asini, i banchetti e i giochi riportano in vita il passato medioevale di Alba, in una atmosfera entusiasmante ma fedele, apprezzatissima dai turisti.
Sarà in questa occasione punto di partenza e di arrivo per tutti i partecipanti!